Enigmas do Universo - Explorando os Enigmas do Universo
loading...

Le stelle ancestrali possono Harbor le civilizzazioni avanzate, dice astronomo

La Via Lattea ha quasi 14 miliardi anni, e le sue stelle più anziane si svilupparono nelle prime fasi della formazione della galassia, rendendole tra i sei e i 9 miliardi anni di età. Si trovano in Halo, una componente approssimativamente sferica della galassia che si formò per primo, in cui le stelle antiche si muovono in orbite che sono molto allungate e inclinate. Dr. Wei-Chun Jao, autore principale di un nuovo studio e ricerca scienziato nel dipartimento di fisica e astronomia dello stato della Georgia negli Stati Uniti, ha detto:

Trovare le stelle antiche può anche portare alla scoperta di nuovi pianeti. Forse possiamo trovare alcune antiche civiltà intorno a queste antiche stelle. Forse queste stelle hanno dei pianeti intorno a loro che non conosciamo.

Le stelle più giovani nella Via Lattea ruotano insieme lungo il disco galattico, in orbite approssimativamente circolari, molto simili a cavalli su una giostra.

Come gli esseri umani, le stelle hanno un'aspettativa di vita: nascita, gioventù, vita adulta, anziano e morte. Questo studio si è concentrato sulle vecchie stelle o su "Elders", anche conosciute come subnani fredde ("Sub-anãs"), che sono molto più vecchie e più fredde nella temperatura che il sole. In uno studio pubblicato sulla rivista astronomica, gli astronomi hanno tenuto un censimento del nostro quartiere solare per identificare quanti giovani, adulti e vecchie stelle sono presenti. Essi miravano alle stelle ad una distanza di 200 anni luce, che è relativamente vicino, considerando la galassia ha più di 100.000 anni luce estensione. Una luce è la quantità di luce che può viaggiare in un anno. Questo è più che l'orizzonte tradizionale della regione dello spazio che si riferisce a come ' il quartiere solare ', che è di circa 80 anni luce da Ray. Jao ha detto:

La ragione per cui il mio orizzonte è più lontano è che non ci sono molti anziani (vecchie stelle) nel nostro quartiere solare. Ci sono molte stelle adulte nel nostro quartiere solare, ma non ci sono molte donne anziane, quindi dobbiamo andare più lontano nella galassia per trovarli.

Gli astronomi hanno osservato le stelle per la prima volta nel corso di molti anni con il telescopio 0,9 metri presso l'osservatorio interamericano Cerro Tololo, ai piedi delle Ande cilene. Hanno usato una tecnica chiamata astrometria per misurare le posizioni delle stelle e sono stati in grado di determinare i movimenti delle stelle nel cielo, le loro distanze e se non ogni stella aveva un compagno nascosto in orbita. Il lavoro della squadra ha aumentato la popolazione conosciuta delle stelle antiche nel nostro quartiere solare del 25%. Tra i nuovi subnani, i ricercatori hanno scoperto due vecchie stelle binarie, anche se le stelle più vecchie si trovano in isolamento, non a coppie. Jao riferito:

Ho identificato due nuove possibili stelle doppie, chiamate binarie. È raro che le donne anziane abbiano dei compagni. Le donne anziane tendono a vivere da sole. Così ho usato la NASA Hubble Space Telescope per rilevare le due stelle in uno dei binari e misurare la separazione tra di loro, che ci permetterà di misurare le loro masse.

Jao inoltre delineato due metodi per identificare queste rare stelle antiche. Un metodo utilizza le posizioni delle stelle su una mappa fondamentale di astronomia stellare, noto come il diagramma di Hertzsprung-Russell (H-R). Si tratta di una tecnica classica che pone le vecchie stelle sotto la sequenza di stelle nane, come il sole sul diagramma H-R, da qui il nome ' subnani '. Gli autori hanno poi esaminato con attenzione una caratteristica specifica delle stelle Subdwafs conosciute – la velocità con cui si muovono attraverso il cielo. Jao ha detto:

Ogni stella si muove nel cielo. Non stanno in giro. Si muovono in tre dimensioni, con alcune stelle che si muovono direttamente verso di noi o lontano da noi, ma la maggior parte si muovono tangenzialmente attraverso il cielo. Nella mia ricerca, ho scoperto che se una stella ha una velocità tangenziale di più di 200 chilometri al secondo, deve essere vecchia. Quindi, basandoci sui tuoi movimenti nella nostra galassia, posso valutare se una stella è vecchia o meno. In generale, la più anziana è una stella, più veloce si muove.

Nel 2018, i risultati della missione Gaia dell'Agenzia spaziale europea, che sta misurando posizioni precise e distanze a milioni di stelle nella Via Lattea, renderà più facile trovare le stelle più vecchie per gli astronomi. Determinare la distanza delle stelle è ora molto laborioso e richiede un sacco di tempo telescopio e pazienza. Come la missione Gaia fornirà una dimensione del campione molto più grande, Jao dice che il campione limitato di subnani sarebbe cresciuto, e il più raro di queste rare stelle-subnani binario-sarebbe stato rivelato. L'Agenzia spaziale europea ha pubblicato la sua seconda serie di dati Gaia mercoledì scorso, e con esso è venuto nuove informazioni circa 1,7 miliardi stelle nella Via Lattea. Questo movimento apparente incluso di 1,3 miliardi stelle nel cielo e velocità effettive di oltre 7 milioni stelle. I ricercatori dietro il più nuovo studio hanno usato queste informazioni per studiare la galassia nello spazio di fase-conversazione scientifica circa come le velocità delle loro stelle variano secondo la loro posizione. L'astronomo Stacy McGaugh, da Case Western Reserve University, ha detto Ryan Mandelbaumdo Gizmodo:

Questo lavoro mostra che il disco stellare della Via Lattea è un luogo dinamicamente attivo, dove le braccia a spirale e la barra galattica lasciano i loro segni nelle orbite delle stelle come increspature su un lago – uno stagno che può aver sentito il tonfo di una piccola pietra in forma di una galassia nana di fusione.

Questa seconda diffusione dei dati prende il censimento della nostra galassia ad un livello completamente nuovo, poichè include le posizioni tridimensionali ed i movimenti bidimensionali di più di 1,3 miliardi stelle, con le relative distanze, luminosità e colori, che possono aiutare Dipingere un quadro più grande sulla stella, come il suo colore fornisce informazioni sulla temperatura superficiale; Il più caldo della stella, più blu è; Più freddo è la stella, più rossa è. Gaia ha realizzato questa impressionante impresa di raccolta dei dati, spazzando il cielo facendo delle osservazioni in un grande movimento circolare. "in circa un minuto, Gaia misura circa centomila stelle nel cielo", ha detto Anthony Brown. Ci vogliono circa due mesi per Gaia a guardare tutto il cielo e in questa release di dati la maggior parte delle stelle saranno stati registrati in media circa 70 volte. Le animazioni costruite dai dati di Gaia permettono di vedere le posizioni delle stelle in 3D, permettendo agli scienziati di ruotare attorno ad un certo gruppo di stelle, per esempio, per vederlo da tutti i lati. Per tutta la sua vita di 5 anni, il satellite avrà 29 misure indipendenti da tutto il cielo, dando agli astronomi una visione senza precedenti di come le stelle nella nostra Via Lattea si comportano e si evolvono. I dati raccolti di Gaia contribuiranno a ricostruire letteralmente l'intera storia della Via Lattea. (fonte

Você também deve apreciar: